Statuto Sociale del Gruppo Alpinistico Italiano di Winterthur

Art. 1
Il giorno 26 ottobre 1952 è stato fondato il Gruppo Alpinistico Italiano Winterthur (GAIW) i cui scopi principali sono:
Un cordiale affiatamento fra gli appassionati, la divulgazione dell'amore alla montagna, l'agonismo dello sci, dell'alpinismo e tutto quanto è affine alla montagna.

Art. 2
Chiunque, indistintamente, di qualsiasi nazionalità e confessione, può far parte del GAIW, previa accettazione da parte del Consiglio di Presidenza della domanda presentata personalmente.

Art. 3
Il GAIW è diretto da un Consiglio di Presidenza.
In sede di Assemblea il consiglio uscente propone, in base alla necessità, il numero dei consiglieri occorrenti. I consiglieri uscenti che ripresentano la propria candidatura vengono eletti in blocco dall'assemblea per alzata di mano*. Se almeno il 50% + 1 dei presenti non accetta l'elezione in blocco, i consiglieri dovranno essere eletti singolarmente dall'Assemblea*. Fatto questo, i soci che presentano la propria candidatura dovranno essere accettati dall'assemblea per alzata di mano*. Se le proposte di nuovi nominativi superano il numero necessario di consiglieri si deve procedere ad una votazione segreta fra tutti i nuovi nominativi. Chi non entrerà a far parte del Consiglio sarà automaticamente di riserva.

* = il 50% + 1 devono essere favorevoli.

Il Consiglio di Presidenza dura in carica un anno.

Se un consigliere, per qualsiasi motivo, venisse meno al suo mandato, verrà sostituito dal Socio avente il maggiore numero di voti fra i non eletti.

I Soci che non avranno compiuto il sedicesimo anno non avranno diritto di voto ne potranno rivestire cariche sociali in seno al Consiglio.

Art. 4
Per il controllo della contabilità si rende necessaria l'elezione di due revisori dei conti. Tuttavia, poichè attualmente questi sono già in carica, ogni anno l'Assemblea dovrà eleggerne solamente uno in quanto, pur restando in carica per un biennio, potranno svolgere il loro mandato, insieme, solo per un anno.

Durante il loro mandato i revisori non potranno dimettersi per candidarsi come consiglieri.

Art. 5
Le cariche necessarie all'organizzazione vengono distribuite fra i membri del Consiglio, i quali si dovranno riunire, eccetto casi eccezionali, una volta per settimana.

Art. 6
Ogni Socio deve essere un diretto collaboratore del Consiglio e rispondere coscientemente ai doveri che l'attività dell'organizzazione richiede.

Art. 7
Ogni Socio può far inserire nell'ordine del giorno delle riunioni consigliari sue proposte. Esse saranno approvate e rese ufficiali solo se avranno ottenuto la maggioranza. Queste possono venire approvate solo nel modo seguente:
a) a Consiglio completo occorrono la metà più uno dei voti dei Consiglieri.
b) a Consiglio incompleto composto da almeno i due terzi dei Consiglieri occorre  ugualmente la maggioranza.
In caso di parità il voto del Presidente è determinante.

Art. 8
Ad ogni socio verrà rilasciata una tessera convalidata per l'anno sociale in corso.
La quota d'iscrizione verrà proposta dal Consiglio secondo le necessità ed approvata dall'Assemblea.

Art. 9
Solo la tessera valida per l'anno in corso dà diritto a tutte le facilitazioni che il GAIW riuscirà ad ottenere per i soci.

Art.10
Si perde la qualifica di socio:
a) non rinnovando la tessera entro il limite stabilito
b) dando le dimissioni per iscritto
c) per espulsione, della quale è competente l'Assemblea, dopo la sospensione da parte del Consiglio.

Art.11
Per l'attività, il Consiglio procederà alla preparazione di un programma di massima.
Solo il Consiglio può sospendere o annullare una manifestazione programmata.

Art.12
Per decisioni urgenti, giustificate dall'importanza delle stesse e dalla mancanza di tempo necessario per la convocazione dell'Assemblea dei Soci, il Consiglio ha la facoltà di approvare o meno eventuali proposte che venissero sottoposte al suo esame.

Art.13
Per il comportamento in montagna, nei rifugi ecc. valgono le norme della buona educazione e del rispetto alle persone e cose altrui.

Art.14
Per modificare i paragrafi, anche in parte, del presente statuto, è necessaria l'approvazione di almeno il 75% dei Soci presenti in sede di Assemblea generale, ordinaria o straordinaria.
Le modifiche approvate dall'Assemblea saranno immediatamente valide.

Art.15
Solo l'Assemblea generale dei Soci può sancire lo scioglimento del GAIW, oppure nel caso che il numero degli  iscritti non raggiunga il limite permesso dalle leggi locali.
In tal caso, ogni valore di sua proprietà verrà devoluto ad enti di beneficenza.

Modificato e approvato dall'Assemblea del 12 novembre 1993

la nostra pagina web applica le techologie cookies a tracking.